GIORNI DELLA MERLA

Un risveglio lento ed inusuale dopo una notte tempestosa, il vento ha smesso di cantare, le lenzuola mi intrappolano nel loro profumo, la mia forma nel letto è una nicchia avvolgente che trattiene a lungo nella fase beata del dormiveglia. Poi… il tepore del legno contro i piedi nudi, l’aroma dl caffè, il gusto mattutino delle arance appena spremute, una vasca piena di bollicine e la magia delle gocce di pioggia che scendono come grosse lacrime ma si trasformano in perle al contatto con i vetri. Arriva il sole, la casa si inonda di luce, le note di Nat King Cole si diffondono a sovrastare il rassicurante ronzio della lavastoviglie… un torpore inebriante continua a pervadermi…casa mia sembra che illanguidisca insieme a me…questi sono i miei giorni della merla..

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi: