LAS MARIPOSAS AMARILLAS

LAS MARIPOSAS AMARILLAS

Entrando in banca durante la pausa pranzo, mi sono trovata davanti ad uno spettacolo che mi ha incantato: tutti i colleghi in piedi vicino al distributore del caffè, con il bicchierino di carta in mano, a disquisire di “farfalle nello stomaco”.
Non so se sia stato l’argomento, così poco consono all’età di noi tutti ed alla specifica situazione, o se fosse il cerchio perfetto che le loro figure componevano e che richiamava alla mente qualche rito arcano, qualche simbolismo druidico, ad affascinarmi. Però, semplicemente, il porre proprio a me la domanda “e per te, che cosa sono le farfalle nello stomaco?”, è stato come invitare il matto alle pesche.


Fatto sta che tutto ciò mi ha spinto ad una riflessione più approfondita, ed ecco che, Silvia, Betty, Roberto, Massimo, Cheti, Andrea, provo a rispondervi.
Certo, non essendo Francesco Alberoni, non pretenderò di farne un saggio autorevole o di dispensare una qualche forma di conoscenza sperimentata e collaudata. Ed aggiungo che è difficile parlar d’amore, perché, come dice un grande, l’emozione non ha voce.
Ma ci provo.
Le farfalle nello stomaco secondo me non sono l’amore, bensì l’innamoramento.
E’ quello strano formicolio nella pancia che ti fa sentire euforico, che ti fa procedere volando sopra le teste degli altri come se tu fossi nell’auto di Paperinik, ti fa sorridere e spumeggiare come quando stappi una bottiglia di champagne dopo averla agitata; alternando però momenti di abbandono totale, di perdita di coscienza nel lasciarsi trasportare fuori dal tempo e dallo spazio. E’ quella sensazione che ti fa chiudere le finestre di una stanza solo per intrappolare il “suo” odore. E’ il ritrovarsi abbracciati ad un cuscino di velluto senza sapere un perché.
E’ l'”all or nothing”.
E’ il colore giallo.
Si, le farfalle nello stomaco devono essere per forza gialle.
Perchè grazie ad esse una giornata cupa e grigia si illumina all’improvviso, e ti sembra che ci sia sempre il sole anche se piove.
E, in fondo, perché le farfalle gialle da quarant’anni per me sono l’emblema dell’amore, da quando cioè ho scoperto la miriade di farfalle gialle che accompagnano ogni apparizione dell’innamorato Mauricio Babilonia, uno dei personaggi incantati di Garcia Marquez in Cien Anos De Soledad.
Come si evolve lo sfarfallio nello stomaco?
Dipende.
Se si è fortunati dura per sempre, come per Mauricio, per la sua Meme Buendia a cui esce il cuore dalla bocca, come per Remedios la bella che ascende al cielo circondata da un tripudio di mariposas amarillas.
Se l’innamoramento è a senso unico, invece, le farfalle volano leggere verso l’alto, dallo stomaco passano all’esofago dove purtroppo esplodono in un cazzotto, ed infine in un macigno sul cuore.
In quella che, ritengo, sia la maggioranza dei casi, infine, acquistano peso, la forza di gravità le spinge verso il basso, trasformandosi in un diavolo nelle mutande prima, ed in due elefanti appesi ai testicoli poi.
#farfallenellostomaco#farfallegialle#mariposasamarillas#gabo#gabrielgarciamarquez#mauriciobabilonia#memebuendia

L'immagine può contenere: Francesca Giusti, con sorriso, bicicletta e spazio all'aperto


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



.

 

 

 

 

 

 

 

I

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi: